IL P.O.F. IN SINTESI

UNIONE EUROPEA
 
SCUOLA SECONDARIA di 1° grado
“GIOVANNI XXIII”
83035 GROTTAMINARDA
 Via A. de Gasperi, 23
con Sezione Staccata in MELITO IRPINO
 tel. 0825 441015 - fax 0825 441456 - c. f. 81002210649
 c.m. AVMM03700T - e-mail avmm03700t@istruzione.it
 
PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA
- SINTESI-
Anni Scolastici
2009/2010 
2010/2011 
 M.I.U.R.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  


Piano Offerta Formativa 
  Il Piano dell’Offerta Formativa è il documento fondamentale dell’identità progettuale
e culturale dell’Istituto e rappresenta lo strumento operativo per realizzare in termini
unitari lo sviluppo efficace delle capacità di ogni alunno, nel rispetto degli obiettivi
generali stabiliti dallo Stato e delle esigenze degli studenti.
 
FINALITÀ EDUCATIVE
Dalle Indicazioni per il curricolo
( D.M. 31.07.2007)
 
La Scuola del 1° ciclo ricopre un arco di tempo fondamentale per l’apprendimento e per la costruzione dell’identità degli alunni, nel quale
 si pongono le basi e si sviluppano le competenze indispensabili per continuare ad apprendere a scuola e lungo l’intero arco della vita”.
     La finalità di questo ciclo scolastico
è la promozione del pieno sviluppo della persona ed in questo senso la scuola
aiuta gli alunni ad organizzare la propria esperienza e promuove la
Cittadinanza attiva e l’acquisizione degli alfabeti di base della cultura.
Le singole discipline sviluppano competenze non solo specifiche ma anche più ampie e trasversali per consentire allo studente la piena realizzazione       
personale e la partecipazione attiva alla vita sociale.
 
Per il conseguimento di questi traguardi nel Documento Nazionale
delle Indicazioni vengono raccomandate le seguenti impostazioni metodologiche di fondo:
a)         Valorizzare l’esperienza e le conoscenze degli alunni, per ancorarvi
nuovi contenuti;
b)         Attuare interventi adeguati nei riguardi delle diversità;
c)         Favorire l’esplorazione e la scoperta;
d)         Incoraggiare l’apprendimento collaborativo;
e)         Promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere;
f)             Realizzare percorsi in forma di laboratorio, inteso come modalità di lavoro che incoraggia la sperimentazione e la progettualità.
 
Per mezzo delle conoscenze e abilità riferite alle discipline di studio e
ricondotte soprattutto ai quattro assi culturali – asse dei linguaggi, asse matematico, asse scientifico-tecnologico e asse storico-sociale - gli alunni possono acquisire le seguenti fondamentali competenze chiave di
cittadinanza:
1.                 imparare ad imparare;
2.                 progettare;
3.                 comunicare;
4.                 collaborare e partecipare;
5.                 agire in modo autonomo e responsabile;
6.                 risolvere problemi;
7.                 individuare collegamenti e relazioni;
8.                 acquisire ed interpretare l’informazione.
 
ORGANIZZAZIONE DELL’ATTIVITÀ DIDATTICA
 
La prospettiva curricolare delle nuove Indicazioni lascia molto spazio alla creatività progettuale e organizzativa della Scuola.
Il curricolo deve rappresentare la sintesi tra finalità, traguardi per lo
sviluppo delle competenze, obiettivi di apprendimento indicati dallo Stato
e contenuti, metodi, organizzazione e valutazione progettati dalla Scuola.
 
I TEMPI – Il tempo-scuola comprende un orario settimanale complessivo di
ore 36 e 2 di strumento musicale (facoltativo con opzione all’atto
dell’iscrizione). L’orario settimanale è articolato in sei unità di 55 minuti. Il recupero per la riduzione dei 5 minuti viene effettuato con rientri
pomeridiani per attività didattiche personalizzate e per altre esigenze
didattico-educative evidenziate dal Consiglio di classe.
Per favorire la personalizzazione dell’apprendimento le classi, composte
da 26-28 alunni, si trasformano in due gruppi durante specifiche attività.
 
LA DIDATTICA LABORATORIALE mira a stimolare interessi ed energie degli
alunni ed implica un uso più ampio ed operativo delle varie discipline.
Il laboratorio e le pratiche laboratoriali di cui si parla nei documenti nazionali
non rappresentano un elemento separato, aggiuntivo ed opzionale facoltativo,
ma sono in realtà attività ordinarie, affidate agli stessi docenti della classe,
i quali si impegnano a trasformare concretamente le capacità dei ragazzi in competenze personali.
 
IL PIANO INTEGRATO d’Istituto, elaborato nell’ambito del P.O.N. 2007-2013,
è finalizzato a realizzare interventi di formazione per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Unione Europea.
 
IL PROGETTO COMENIUS si prefigge di incrementare la dimensione europea
della formazione, con i rapporti avviati con una scuola Spagnola della
Catalogna ed una Tedesca dell’Assia.
 
IL MACROPROGETTO “Continuità – Ambiente – Orientamento – Legalità” costituisce parte integrante delle attività formative e contribuisce
notevolmente alla piena realizzazione dell’autonomia scolastica dell’Istituto.
 
PARTECIPAZIONE AD INIZIATIVE ESTERNE
 
     In coerenza con le attività formative dell’Istituto vengono organizzati
viaggi di integrazione culturale e visite d’istruzione di uno o più giorni, a
livello locale, nazionale ed europeo, e partecipazione ad iniziative
organizzate da Enti esterni e da altre Scuole.
 
GRUPPO SPORTIVO
 
     IlProgetto di attività motoria, fisica e sportiva tende a promuovere il benessere psicofisico degli studenti ed i valori dello sport e del confronto sportivo.
 
ORGANIZZAZIONE DELL’ISTITUTO
    
     Collegio dei Docenti, Consiglio d’Istituto, Assemblea Personale A.T.A., R.S.U., Dirigente Scolastico, Docenti titolari di funzioni strumentali, Docente Responsabile della Sicurezza, Docente 1° Collaboratore e Docente
Responsabile della sezione staccata rappresentano i punti di riferimento
per la vita della comunità scolastica.
 
GRUPPO DI CONTROLLO E DI MIGLIORAMENTO
del Sistema Qualità nella Scuola
 
     Dirigente Scolastico, Docente 1° Collaboratore, Docenti titolari di
funzioni strumentali, Docente Responsabile della sezione staccata e Direttore S.G.A. hanno avviato, nell’ambito del Progetto “Qualità”, un processo di autovalutazione proiettato verso il miglioramento continuo del servizio
scolastico.
 
STRUTTURA AMMINISTRATIVA E GESTIONALE
 
     Il Direttore S.G.A. assicura i servizi gestionali e amministrativi e
coordina
il lavoro degli Assistenti e dei Collaboratori, nel rispetto delle linee generali stabilite dall’Istituzione scolastica.
 
 
INIZIATIVE DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO
   Si programmano e si realizzano attività di formazione e aggiornamento, finalizzate alla realizzazione dei processi innovativi ed all’acquisizione di competenze professionali di tutto il Personale della Scuola.
 
VERIFICA E VALUTAZIONE
 
  L’Istituto procede alla verifica e valutazione della qualità del servizio
scolastico, sia sotto forma di autoanalisi che di azione specifica, riferita all’organizzazione ed agli apprendimenti, avviata dal MIUR e dall’INVALISI.
 
FORMAZIONE DELLE CLASSI PRIME
 
La formazione delle classi è basata sul principio della eterogeneità e diversità,
al fine di non creare disparità tra un corso e l’altro.
 
 
RAPPORTI TRA SCUOLA E TERRITORIO
 
Sono stabilite intese e collaborazioni con Scuole, Istituzioni, Enti ed
Associazioni culturali per favorire la formazione integrale dello Studente
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!